Qui riporto gli interventi piu frequenti. Non troverete una descrizione classica, ma le motivazioni che mi hanno convinto ad eseguire questi piutosto che altri interventi

Emorroidopessi, è un intervento mini-invasivo. Cura la causa della malattia ( il prolasso ), lasciando le stesse integri. Perché le emorroidi servono. Servono come uno dei meccanismi di incontinenza. Intervengono nella defecazione. Quindi, andrebbero conservate finché possibile. Con la sutura, si riporta l'emorroide prolassata nella sua sede anatomica, curando la causa del prolasso delle emorroidi. Ha minore dolore nel post operatorio che generalmente dure una settimana circa. Come dico sempre, non sono io a dover convincere a farlo, ma gli altri a convincermi perché non farlo.

Dal genio creativo di un chirurgo (dott. Piercarlo Meinero ). Un intervento innovativo VAAFT (Videoassisted Anal  Fistula Treatment ). Possibilità di vedere e trattare dall'interno, cio che fin'ora toccavamo solo da fuori. Guardare, seguire, scoprire e trattare. Senza causare danni eccessivi e spesso inutili. Una chirurgia gentile. Non piu grande taglio ma grande precisione... 

Le nuove tecniche non danno di certo gli stessi  risultati, in termini percentuali, di quelli piu cruenti. Ma non creare un danno permanente è decisamente prioritario.

Ora disponibile anche intervento con ausilio della fibra laser, con la chiusura della fistola senza bisogno di medicazioni complesse nel postoperatorio

La tecnologia LASER, grazie a diverse lunghezze d'onda e tipoloigia delle FIBRE LASER, ha portato grandi cambiamenti anche nella chirurgia proctologica.

Oggi giorno è possibile usare una fibra laser da sola o in combinazione con altri strumenti chirurgici. La precisione nella dissezione dei tessuti, come un bisturi altamente preciso, permette l'incisione chirurgica precisa con un danno molto limitato a carico dei tessuti. Le fibre endocavitarie, permettono il trattamento delle cavità in maniera precisa ed efficace.

Il LASER puo essere utilizzato per diversi interventi proctologici:

- trattamento delle emorroidi

- trattamento delle fistole perianali, da solo o in                           combinazione con altri strumenti ( VAAFT)

- trattamento delle cisti pilonidali, anche seconda la tecnica       EPSIT

- trattamento dei condilomi e lesioni da HPV

- asportazione di lesioni anali e perianali
 

Anche qui, come per gli altri interventi di questa pagina, l'intendo è quello di curare, demolendo il minimo indispensabile. EPSIT (Endoscopic Pilonidal Sinus Treatment), è il trattamento della cisti pilonidale attraverso l'orifizio fistoloso. Si esegue in anestesia locale. Dopo pochi giorni si ritorna alla propria vita di sempre. Non servono medicazioni complesse. Pochissimo dolore post operatorio. Sicuramente è la tecnica preferita per le cisti pilonidali e piu sono complicate, piu si puo apprezzare questa tecnica. A mio parere è imparagonabile ad altre tecniche.

Ora disponibile anche intervento con ausilio della fibra laser, con la chiusura della cisti e senza bisogno di medicazioni complesse nel postoperatorio

GRAZIE AD  ACCORDO CON OSPEDALI PRIVATI DI fORLI, ORA è POSSIBILE ESEGUIRE GLI INTERVENTI PER IL PROLASSO DEL RETTO, LA DEFECAZIONE OSTRUITA, PROLASSO DEL PAVIMENTO PELVICO ED INCONTINENZA, IN REGIME DI RICOVERO E CONVENZIONE CON IL SSN

Se ne parla poco di incontinenza fecale. Non è una vera e propria malattia, ma è certamente un insieme di fattori che rendono la vita di relazione molto difficile. E' un intervento che viene eseguito in anestesia locale, in day surgery. Praticamente indolore. Sono delle piccole protesi che vengono inserite nel canale anale e dopo 48 ore aumentando il loro volume, contribuiscono alla continenza. Sicuramente c'è bisogno di una attivita muscolare di base. Ne ho impiantate circa 40 e non ho mai avuto delle complicanze. Se consideriamo le tecniche alternative, la scelta sarebbe indiscussa. 

Stappler Trans Anal Rectal Resection (STARR). Intervento di resezione del prolasso del retto per via transanale utilizzando speciali suturatrici meccaniche. Viene eseguito per la terapia chirurgica di quello ch'è definito come ODS ( Sindrome da Defecazione Ostruita. ODS, non ha solo cause chirurgiche ma s'è dipesa da un prolasso del retto o di un rettocele, l'unica terapia è chirurgica. STARR non è un intervento da eseguire con superficialità. Ma con le indicazioni corrette, a mio parere da dei risultati funzionali migliori rispetto alle tecniche di fissaggio del retto. Si esegue in anestesia spinale o generale. Generalmente nell'arco di pochi giorni si puo tornare alla propria vita. Comunque è un intervento importante e richiede un accurato studio preoperatorio. 

Oggi, il trattamento del Sindrome da Defecazione Ostruita, viene intergrato anche con la tecnica DELORME, che prevede una resezione trans anale della mucosa prolassata. In questo modo, si riposiziona la parete del retto, senza bisogno di una resezione completa del retto.

Al momento è l'intervento di prima scelta a mio giudizio perche risolve i sintomi del ODS, avendo minori complicanze post operatorie e sequele a lungo termine

Resezione del prolasso esterno del retto. Sicuramente intervento molto delicato, ma di gran lunga preferibile ad altri interventi per via addominale. Sia per i risultati che per il trauma chirurgico. Si esegue con le suturatrici meccaniche. La diagnosi è molto semplice... il retto è fuori!

Modena MO | dr.heydari@live.it | +393665280715